Dalle “illusioni parallele” al “bene comune”.

Dobbiamo passare dalla prospettiva individualistica e fantastica del “sogno” a quella condivisa e comunitaria del “progetto”, per essere veramente resilienti e costruire insieme il “bene comune”.

Balla coi robot.

L’anno scorso, mentre guardavo la cerimonia di apertura dei Giochi paralimpici di Rio, sono rimasto profondamente colpito dall’esibizione di una bella ragazza bionda, senza gambe, che ballava con un robot. Amy Purdy balla con il robot KUKA La ragazza  (in realtà una donna di 37 anni ) si chiama Amy Purdy: è una snowboarder paralimpica […]